Africa - Etiopia storica

Verso l’Africa, alla scoperta dell’Etiopia

Rotta storica e Tigrai
dal 28 ottobre al 9 novembre 2018
da € 3.150

Un viaggio alla scoperta della spiritualità che pervade questa terra, tra capolavori artistici e tradizioni antiche.

I nostri itinerari sono pensati per piccoli gruppi e prevedono un accompagnatore dall’Italia o una guida in loco che farà da cicerone. Scarica l’itinerario in pdf
Itinerario di viaggio
Partenza di gruppo il 28 ottobre 2018

1° giorno: Roma/Addis Abeba
Partenza in tarda serata da Roma-Fiumicino per Addis Abeba con volo di linea.

2° giorno: Addis Abeba
Arrivo ad Addis Abeba e sistemazione in hotel. Visita del Museo archeologico, dove si trova il famoso scheletro dell’ominide Australopithecus Afarensis denominato Lucy. Visita della piazza e della Chiesa di San Giorgio. L’adiacente Museo ospita un’interessante collezione di oggetti sacri. Infine, visita della zona del Merkato, il più grande mercato dell’Africa orientale.

3° giorno: Addis Abeba/Bahar Dar
Trasferimento in aeroporto e volo per Bahar Dar. Visite di Bahar Dar e dintorni. Escursione alle cascate del Nilo Azzurro, o Tis Isat “l’acqua che fuma”. Rientrando a Bahar Dar e sosta presso la collina di Bezawit, dove si trova il palazzo dell’ex imperatore Haile Sellassie (non visitabile all’interno). Da qui si gode di un vasto panorama sulla zona circostante e la “sorgente” del Nilo Azzurro che sfocia dal Lago Tana. Infine, passeggiata al mercato.

4° giorno: Lago Tana
Escursione sul lago Tana, una sorta di mare interno e mito per generazioni di esploratori alla ricerca delle sorgenti del Nilo. Si naviga fino a Dek verso il monastero di Narga Sellassie. Navigazione verso la penisola di Zaghie per la visita dei monasteri di Azura Mariam e di Ura Kidane Meheret, dove si trovano splendide pitture sacre dai tipici colori accesi, icone, manoscritti miniati e stupende croci.

5°/6° giorno : Bahar Dar/Gondar
Partenza per Gondar costeggiando il Lago Tana e la valle di Fogera. Giornate dedicate alla visita di Gondar, del villaggio Felasha, del mercato e delle vie principali della città. Infine, escursione di mezza giornata a Kosoye  per godere la vista panoramica delle famose montagne del Semien.

7°/8° giorno: Gondar/Lalibela
Partenza in aereo per Lalibela. Giornate dedicate alla visita di Lalibela, città santa chiamata la “Nuova Gerusalemme”.  Visita della Chiesa cruciforme di S. Giorgio ed escursione al Monastero Nakuto Leab.

9° giorno: Lalibela/Axum
Partenza in aereo per Axum. Visita della città sacra del Tigrai e delle rovine della necropoli di re Kaleb. Visita del Parco delle stele, dei bagni della Regina di Saba e del Palazzo Dongur.

10° giorno: Axum/Adigrat
Partenza per Adigrat e sosta a Yeha, la città più antica del Paese, un villaggio sulla cui collina si innalzano le rovine dell’antico Tempio pagano della Luna. Entrati nella regione del Tigrai si visitano alcune delle chiese monolitiche, semi monolitiche ed ipogee.

11° giorno: Adigrat/Mekele
Partenza per Mekele con sosta a Abrha Atsebeha. Poco lontano si trova Wukro Cherkos, a pianta cruciforme, che vanta bellissime colonne a sezione crociata. Visita alla Chiesa di Sellassie Dogum.

12° giorno: Mekele/Addis Abeba/Roma
Partenza in aereo per Addis Abeba. Arrivo e visita del Museo Etnografico e della Cattedrale della Santissima Trinità, considerata uno dei luoghi di culto più importanti del Paese. Si raggiunge la collina di Entoto sulla quale Menelik avrebbe voluto erigere la sua capitale. Nella tarda serata, trasferimento in aeroporto. Partenza prima di mezzanotte per Roma con volo di linea.

13° giorno: Roma
Arrivo a Roma-Fiumicino in mattinata.

Risposte alle domande più frequenti

Il passaporto deve essere valido 6 mesi dalla partenza e avere almeno 2 pagine libere. E’ sufficiente inviare la copia della pagina dove sono indicati i dati anagrafici e la foto. E’ necessario il visto di ingresso in Etiopia che si ottiene all’arrivo.

Non sono richieste vaccinazioni obbligatorie. Consigliamo l’antitifica. Per tutte le altre vaccinazioni o profilassi non obbligatorie consultare il proprio medico curante. E’ bene portare in viaggio i medicinali d’uso personale oltre a disinfettanti bronchiali ed intestinali e repellenti per le zanzare. Ricordiamo di evitare di mangiare cibi crudi o poco cotti, frutta e verdura non sbucciata e bere solo bevande imbottigliate

La franchigia è di 23 kg per quanto riguarda il bagaglio da spedire e di 8 kg per il bagaglio da cabina. Le misure standard sono: 55 cm x 35 cm x 25 cm.

I nostri viaggi sono adatti a tutte le età, ma particolarmente apprezzati dai viaggiatori più maturi dai 50 anni in su.

  • Volo di linea andata e ritorno in classe turistica
  • Tasse aeroportuali (incluse € 250)
  • Trasferimenti da e per aeroporti in Etiopia
  • Trasporti
  • Hotel come da programma
  • Camera doppia con servizi
  • Pasti come da programma
  • Visite con guida 
  • Accompagnatore dall’Italia con 10 paganti
  • Ingressi
  • Assicurazione medico – annullamento viaggio
  • Eventuali tasse locali
  • Spese personali
  • Acqua e bevande
  • Mance
  • Visto (40 $)
La polizza assicurativa che inviamo prima del viaggio comprende l’assistenza medica e l’annullamento del viaggio. Leggi le condizioni assicurative complete cliccando quì

+ 2 ore ( +1 ora quando in Italia vige l’ora legale)

Il tour verrà effettuato con accompagnatore dall’Italia e con una guida-accompagnatore locale parlante inglese per tutto il viaggio. Il viaggio offre la straordinaria possibilità di scoprire luoghi e monumenti eccezionalmente belli e unici al mondo. Tuttavia, data la povertà e le problematiche sociali del Paese visitato è necessario un certo spirito di adattamento accompagnato da un sincero rispetto per la gente e le situazioni locali.

La categoria alberghiera è da considerarsi secondo la classificazione locale, che non sempre corrisponde agli standard europei. In qualche albergo della via storica talvolta viene a mancare la luce elettrica, pertanto si consiglia di portare una torcia a batterie che si renderà utile anche durante le visite. Anche l’acqua è erogata solo al mattino e alla sera.
Gli alberghi previsti sono i seguenti:

  • Addis Abeba: Jupiter 4 stelle
  • Bahar Dar: Summer Land 3 stelle
  • Gondar: Taye 3 stelle
  • Lalibela: Harbe 3 stelle
  • Axum: Yeha 3 stelle
  • Adigrat: Agoro Lodge
  • Mekele: Planet 3 stelle

Nelle principali città si incontrano ristoranti con cucina internazionale. Il piatto tipico è lo zighini, un piatto unico a base di pane non lievitato chiamato injera, su cui vengono servite carni di bue o montone e verdure (lenticchie ceci insalata). Il tutto viene accompagnato con delle salse piccanti o non, a seconda dei gusti.

L’Etiopia ha 2 stagioni, una secca che va dalla metà di settembre alla fine di maggio e una stagione delle piogge che va da giugno a settembre. Le temperature medie ad Addis Abeba sono di 22/24 gradi durante il giorno e 10/12 gradi durante la notte. Sugli altipiani il clima è caldo secco con temperature diurne sui 24/26 gradi e notti più fresche. L’altitudine attenua il caldo tropicale sull’altopiano. Per notizie aggiornate sul clima suggeriamo di consultare il sito ufficiale www.worldweather.org.

Consigliamo un abbigliamento semplice di cotone per il giorno, con qualche capo più pesante per la sera, scarpe comode tipo da ginnastica con suola scolpita, copricapo, occhiali da sole e foulard per proteggersi dalla sabbia. Ricordiamo di portare un piccolo asciugamano personale e una torcia, utile alla sera in caso di blackout della corrente e all’interno di alcune chiese non illuminate. Nelle chiese si entra senza scarpe, consigliamo di portare calze alte da indossare in queste occasioni.

La lingua ufficiale è l’amarico, ma sono parlate molte altre lingue, tra cui: oromo, somalo, tigrino, sidama.  L’inglese è studiato come lingua secondaria insieme all’amarico ed è la principale lingua utilizzata per gli affari esteri.

La moneta ufficiale è il Birr etiopico (1€ = 25 ETB; 1$ = 19 ETB). Le carte di credito sono difficilmente utilizzabili al di fuori di alcuni negozi ed hotel della capitale. Sono accettati anche i Dollari USA, solo banconote stampate dopo l’anno 2000.

La mancia pur non essendo obbligatoria, serve ad arrotondare il salario delle guide e degli autisti che in questi paesi sono di bassa entità. Si consiglia di prevedere circa €40 a persona.

Non vi sono limitazioni nel portare materiale fotografico purché non di tipo professionale. Consigliamo di portare tutto l’occorrente dall’Italia, infatti potrebbe essere difficile e costoso reperire materiale nei luoghi visitati. Inoltre il materiale potrebbe rivelarsi di scarsa qualità e non compatibile con i nostri sistemi di sviluppo. In alcuni siti turistici, occorre pagare un piccolo supplemento per l’utilizzo delle macchine fotografiche e telecamere.

La corrente è di 220 volt a 50 Hz. Le prese di tipo europeo: a due buchi circolari. Può essere utile un adattatore universale.

Contatti

Siamo a disposizione per ogni informazione e/o chiarimento sui programmi di viaggio. Ci piace avere un rapporto diretto con le persone e da sempre la nostra politica è vendere i viaggi direttamente, senza intermediari.
Potete scriverci un messaggio o chiamare direttamente il nostro ufficio di Urbino.
Se preferite potete anche scriverci una mail a apatam@apatam.it

Chi siamo

Siamo un Tour Operator con sede a Urbino, ci chiamiamo Apatam come il nome della tettoia al centro dei villaggi dell’Africa occidentale. Lo abbiamo scelto per ricordare lo spirito dei nostri viaggi, quello di conoscere il mondo e di far sì che attraverso il viaggio si possano condividere con gli altri le proprie esperienze ed emozioni.
La nostra storia inizia quarant’anni fa, dal 1980 organizziamo viaggi culturali per Dal 1980, viaggi alla scoperta del mondo.

Il gruppo facebook dei viaggiatori Apatam

Iscriviti al gruppo @viaggiatoriapatam e incontra nuovi compagni di viaggio!

Entra nel gruppo!