Cina Insolita Estate

Verso l’Oriente, alla scoperta della Cina insolita

dal 15 agosto al 26 agosto 2018
da € 3.400

Un viaggio alla scoperta della Cina meno conosciuta che conserva ancora oggi le sue tradizioni e la sua cultura.

I nostri itinerari sono pensati per piccoli gruppi e prevedono un accompagnatore dall’Italia o una guida in loco che farà da cicerone. Scarica l’itinerario in pdf
Itinerario di viaggio
Partenza di gruppo il 15 agosto 2018

1° giorno: Milano/Monaco/Pechino
Partenza da Milano-Malpensa per Pechino, via Monaco con volo di linea.

2° giorno: Pechino/Datong
Arrivo a Pechino in mattinata e trasferimento in città per la visita del Tempio dei Lama. Fra i suoi padiglioni è racchiusa la preziosa statua del Buddha Maitreya, scolpita in un unico blocco di legno di sandalo. Dopo pranzo, trasferimento alla stazione ferroviaria e partenza con treno per Datong.

3° giorno: Datong
Inizio delle visite di Datong, città di frontiera ai margini delle pianure della Mongolia, che divenne capitale dei Tuoba. Il loro principale lascito è oggi il sito classificato patrimonio dell’umanità dall’UNESCO. Rientro a Datong e visita della città con il Tempio Huayan della dinastia Liao, suddiviso in due complessi separati: il tempio superiore (oggi un monastero ancora in funzione) e il tempio inferiore, che ospita un museo. Visita del Tempio Shanhua, e del Jiulongbi, il Muro dei Nove Draghi a protezione dagli spiriti maligni.

4° giorno: Datong/Yingxian/Wutaishan
Al mattino escursione per visitare il suggestivo Tempio Sospeso, costruito interamente in legno in posizione precaria sulle ripide pareti di un dirupo. Partenza per Yingxian per visitare la pagoda in legno. Al termine delle visite si prosegue per il passo Yanmenguan. Nel pomeriggio visita della Grande Muraglia a Yanmenguan. Proseguimento per Wutai Shan.

5° giorno: Wutaishan/Taiyuan
Mattinata dedicata alla visite dei templi dell’area. Il Wutai Shan, è il monte sacro per la religione buddhista. Terminate le visite partenza per Taiyuan, la capitale provinciale dello Shanxi.

6° giorno: Taiyuan/Pingyao
Visita del Tempio della doppia pagoda e del Tempio Jinci, imponente insieme di templi dedicati a Guanyin. Partenza per Pingyao con sosta e visita della Residenza della famiglia Qiao, dove fu girato il film di Zhang Yimou “Lanterne Rosse”. Arrivo a Pingyao, piccolo borgo circondato da mura, patrimonio culturale e storico dall’UNESCO.

7° giorno: Pingyao/Chengdu
Mattinata dedicata alla visita della città vecchia. Il borgo antico è ricco di edifici dalla bella architettura in legno: templi, residenze private, uffici, banche, a testimonianza del fiorente centro mercantile quale era. Nel pomeriggio visita del Tempio Zhenguo. Trasferimento in aeroporto e partenza in aereo per Chengdu.

8° giorno: Chengdu/Leshan/Chengdu
In mattinata visita del Centro di Ricerca dei Panda Giganti, che ospita 50 esemplari di panda giganti e dei piccoli panda rossi in un parco di boschi di bambù. Nel pomeriggio escursione a Leshan, famosa per la grande statua del Buddha seduto. Uscita in barca sul fiume per ammirare la statua. Rientro a Chengdu.

9° giorno: Chengdu/Dazu
In mattinata partenza per Dazu. Le statue e le sculture, di influenza buddhista, taoista e confuciana, sono migliaia, di varie dimensioni e sparse su tutto il distretto. Nel pomeriggio visita delle grotte di Baoding.

10° giorno: Dazu/Chongqing
Visita delle grotte di Bei shan che ospitano statue di piccole dimensioni. Nel pomeriggio partenza per Chongqing. Arrivo e visita di Ciqikou, la città vecchia di questa grande megalopoli sulle rive del fiume Yangzi (secondo alcune stime è la città più grande del mondo).

11° giorno: Chongqing/Wulong/Pechino
Partenza per la contea di Wulong per visitare il parco. Si scende nella valle in ascensore per ammirare i tre ponti naturali di pietra per i quali è famoso il parco. Si ammira il panorama da una spettacolare piattaforma di vetro che sporge sullo strapiombo. Nel pomeriggio rientro all’aeroporto di Chongqing e partenza in aereo per Pechino.

12° giorno: Pechino/Monaco/Milano
Trasferimento in aeroporto e partenza per Milano via Monaco con volo di linea. Arrivo a Malpensa nel tardo pomeriggio.

Risposte alle domande più frequenti

Occorre il passaporto valido 6 mesi dalla partenza e con almeno 2 pagine libere. Occorre inviare il passaporto in originale + 2 fototessere. È necessario il visto d’ingresso di cui si occupa il nostro ufficio.

Non ci sono vaccinazioni obbligatorie. Consigliamo l’antitifica e l’antitetanica. Per eventuali altre vaccinazioni e profilassi non obbligatorie, preghiamo di consultare il proprio medico curante o rivolgersi presso gli uffici sanitari competenti. Ricordiamo di portare in viaggio i medicinali d’uso personale. Al fine di evitare spiacevoli disturbi gastrointestinali è buona norma bere solo acqua imbottigliata o bollita, evitare di mangiare verdura cruda e sbucciare la frutta. In Cina ci sono disponibilità di medicinali occidentali e cinesi, ma è sempre bene portare con sé quanto necessario, soprattutto se si tratta di medicinali specifici.

La franchigia è di 1 collo da 20 kg per il bagaglio da stiva e 1 collo da 8 kg per il bagaglio da portare in cabina (55 cm x 35 cm x 25 cm).

 

I nostri viaggi sono adatti a tutte le età, ma particolarmente apprezzati dai viaggiatori più maturi dai 50 anni in su.

  • Volo di linea andata e ritorno in classe turistica
  • Tasse sul biglietto aereo (incluse € 400)
  • Trasferimenti da e per gli aeroporti in Cina
  • Trasporti
  • Hotel come da programma
  • Camera doppia con servizi
  • Pasti come da programma
  • Visite con guida
  • Ingressi
  • Accompagnatore dall’Italia con 10 paganti
  • Assicurazione medico – annullamento viaggio
  • Eventuali tasse locali
  • Spese personali
  • Acqua e bevande
  • Mance
La polizza assicurativa che inviamo prima del viaggio comprende l’assistenza medica e l’annullamento del viaggio. Leggi le condizioni assicurative complete cliccando quì

+ 7 ore (+ 6 ore quando in Italia vige l’ora legale)

Il  programma è suscettibile di variazioni da parte delle autorità cinesi. Il programma delle visite in ogni città viene riconfermato sul posto dalle guide locali. Assicuriamo che tutte le visite previste verranno effettuate anche se, talvolta, non nell’ordine indicato nel programma. L’itinerario non rientra nei classici percorsi turistici e possono insorgere disguidi o contrattempi. Si richiede a tutti i partecipanti un buon senso di adattamento e collaborazione. Il viaggio verrà effettuato con accompagnatore dall’Italia e con guide locali parlanti inglese.

La classificazione alberghiera locale non sempre coincide con quella europea. Pertanto consigliamo un buon spirito di adattamento, in particolar modo per le sistemazione previste fuori dai grandi centri, come Pechino e Xian, che dal punto di vista turistico hanno sistemazioni migliori. Informiamo che il governo cinese può requisire gli alberghi migliori per ogni evento di carattere pubblico senza preavviso. In tal caso, sarà premura del corrispondente locale valutare la migliore alternativa possibile.
Di seguito gli alberghi previsti:

  • Datong: Garden hotel 4 stelle
  • Wutaishan: Huahui Shanzhuang 4 stelle
  • Taiyuan: Taiyuan Metropark 4 stelle
  • Pingyao: Deyuyuan Guesthouse 3 stelle
  • Chengdu: Yin Dynasty 4 stelle
  • Dazu: Ramada Plaza 4 stelle
  • Chongqing: East Garden 4 stelle
  • Pechino: Citic Beijing airport 4 stelle

Ad ogni pasto incluso è prevista una bevanda analcolica a persona. I pasti sono generalmente di tipo cinese-orientale e abbastanza monotoni, pertanto a chi non ama la cucina cinese – orientale, consigliamo di portare in viaggio qualcosa per variare e integrare la cucina locale, ad esempio qualche scatoletta di tonno o carne, crackers e formaggini.  

Data la sua vastità territoriale, la Cina presenta notevoli disparità climatiche con differenze sensibili tra estremo Nord ed estremo Sud e dalla regioni costiere alle regioni interne. Pertanto, pochi giorni prima della partenza consigliamo di consultare il sito www.worldweather.org, dove cliccando sul Paese sono indicate le temperature effettive del periodo.

Consigliamo abiti comodi e di mezza stagione in fibre naturali, come il cotone e lino per il giorno e qualche capo più pesante (tipo giacca o maglioncino) per la sera e per gli ambienti con aria condizionata. Raccomandiamo scarpe comode tipo mocassino, un impermeabile leggero tipo K-Way oppure un ombrello. Consigliamo di dotarsi di un rapido cambio da portare nel proprio bagaglio a mano durante i trasferimenti in aereo o treno. Può capitare che le valigie (viaggiando a volte su pulmini separati) arrivino più tardi in albergo. Questa piccola accortezza evita estenuanti attese del bagaglio in camera e permette un rapido e veloce cambio. Utile portare un copricapo e occhiali da sole.

il Mandarino detiene lo statuto di lingua ufficiale in Cina e ha come riferimento la pronuncia pechinese. Riconosciuto «lingua comune», il Putonghua , che appartiene alla famiglia delle lingue sinotibetane, è la lingua più parlata al mondo (oltre un miliardo di persone!) e la più insegnata agli stranieri.

La moneta cinese è lo Yuan. Si consiglia di conservare sempre la ricevuta del cambio per poter ricambiare la moneta locale in valuta estera al momento della partenza. Sia l’Euro che il Dollaro Usa si possono cambiare in moneta locale presso gli uffici cambi di alberghi o banche. Consigliamo di cambiare all’arrivo una piccola quantità in moneta locale per le mance e piccole spese. Le più importanti carte di credito sono accettate negli alberghi, nei grandi magazzini e nei negozi delle principali città come Pechino e Xian. Più difficile nelle località minori.

Le mance sono in genere “facoltative”, ma ormai fanno parte di una “consuetudine” adottata da tutti i paesi, quindi ben accette da guide, autisti e facchini. Una prassi coercitiva ma che si spiega e si giustifica, in parte, con il fatto che le guide sono quasi sempre dei “free-lance” che non ricevono uno stipendio fisso e che integrano la loro diaria con le mance dei viaggiatori. In considerazione ai viaggi precedenti, consigliamo di prevedere circa 5 Euro al giorno a persona.

Non ci sono limitazioni nel portare materiale fotografico, purché non sia di tipo professionale. Consigliamo di portare tutto l’occorrente dall’Italia. Le basi militari e gli aeroporti non possono essere fotografati. Chiedere sempre il permesso prima di fotografare monaci, anziani ed eventuali etnie.

La corrente elettrica è generalmente a 220 Volts. Le prese sono generalmente a “lamella” di tipo americano o con tre poli  con un contatto di terra e due contatti paralleli piatti disposti a formare una V. Si consiglia di munirsi di adattatore universale.

Contatti

Siamo a disposizione per ogni informazione e/o chiarimento sui programmi di viaggio. Ci piace avere un rapporto diretto con le persone e da sempre la nostra politica è vendere i viaggi direttamente, senza intermediari.
Potete scriverci un messaggio o chiamare direttamente il nostro ufficio di Urbino. Se preferite potete anche scriverci una mail a info@apatam.it

Chi siamo

Siamo un Tour Operator con sede a Urbino, ci chiamiamo Apatam come il nome della tettoia al centro dei villaggi dell’Africa occidentale. Lo abbiamo scelto per ricordare lo spirito dei nostri viaggi, quello di conoscere il mondo e di far sì che attraverso il viaggio si possano condividere con gli altri le proprie esperienze ed emozioni.
La nostra storia inizia quarant’anni fa, dal 1980 organizziamo viaggi culturali alla scoperta del mondo.

Il gruppo facebook dei viaggiatori Apatam

Iscriviti al gruppo @viaggiatoriapatam e incontra nuovi compagni di viaggio!

Entra nel gruppo!