Corea del sud Inverno 2019

Verso l’Oriente, alla scoperta della Corea del sud

dal 20 ottobre al 3 novembre 2019
da € 4.350

Paesaggi immersi nel verde e panorami rocciosi si alternano e fanno spazio a una popolazione calorosa. Qui due epoche si fondono: la cultura è ben radicata nei monumenti e testimonianze del passato, così come non manca il modernismo sfrenato.

I nostri itinerari sono pensati per piccoli gruppi e prevedono un accompagnatore dall’Italia o una guida in loco che farà da cicerone.
Scarica l’itinerario in pdf

Itinerario di viaggio
Partenza di gruppo il 20 ottobre 2019

1° GIORNO – 20 OTTOBRE 2019 – ROMA/SEOUL
Partenza nel pomeriggio da Roma-Fiumicino per Seoul con volo di linea Alitalia. Pasti e pernottamento a bordo.

2° GIORNO – 21 OTTOBRE 2019 – SEOUL
Arrivo a Seoul e visita della città. La capitale Seoul è il centro politico, culturale, sociale ed economico più importante del Paese ed il simbolo di quello che viene chiamato il “Miracolo del fiume Han”. Conosciuta con il nome di Wiryeseong (in passato capitale di Paekje e primo dei Tre Regni), prese il suo attuale nome nel 1945, dopo la liberazione dall’occupazione giapponese. Visita del museo nazionale, uno dei più grandi dell’Asia, che ospita una vasta collezione di opere d’arte, manufatti coreani e oggetti provenienti da altri paesi asiatici. Al termine della visita trasferimento all’hotel Courtyard Marriot Namdaemun 4****. Cena.

3° GIORNO – 22 OTTOBRE 2019 – SEOUL
Escursione nella zona demilitarizzata, o DMZ, una striscia di terra lunga 248 km e larga 4 km, che attraversa la penisola coreana e serve come zona cuscinetto tra Corea del Sud e Corea del Nord. La zona fu edificata alla fine della guerra di Corea con l’armistizio del 27 luglio 1953, quando le due parti accettarono di fare arretrare le proprie truppe dalla linea di demarcazione militare coreana. Tour presso alcuni luoghi storici della guerra, per toccare con mano la realtà della divisione. Le visite prevedono: il parco Imjingak, un memoriale, il Ponte della Libertà, il terzo tunnel di infiltrazione, l’osservatorio Dora e la stazione Dorasan. Courtyard Marriot Namdaemun 4****. Colazione.

4° GIORNO – 23 OTTOBRE 2019 – SEUL/SEORAKSAN
Partenza per il parco nazionale Seorak, situato all’estremità nordorientale del Paese. Proseguimento fino a Goseong attraversando un bella zona di campagne. Nel punto più settentrionale c’è l’osservatorio di unificazione da cui godere di una splendida vista panoramica sulle montagne, sul lago e sulla costa della Corea del Nord. Il viaggio prosegue verso le cittadine costiere di Hwajinpo, con una sosta alla villa di Kim Ilsung. Arrivo a Seoraksan e sistemazione all’hotel Sokcho Ramada 4****. Colazione e cena.

5° GIORNO – 24 OTTOBRE 2019 – PARCO NAZIONALE SEORAKSAN
Il monte Seorak è alto 1.708 m ed è la terza montagna della Corea del Sud. L’area costituisce il parco nazionale che si estende su un territorio di 355 kmq. Al suo interno sono conservati alcuni templi (che sono ancora oggi oggetto di pellegrinaggi) e un castello del XIII sec. Dal monte Seorak il panorama si apre con la catena Kwangju e le spettacolari valli intercalate da cascate e laghi, coperte da boschi misti con caducifogli e pini rossi che, a quote maggiori, lasciano il posto a boschi di bambù fino alle praterie alpine. Dopo la visita della statua di bronzo del Buddha Unificatore e Sinheungsa, il tempio Zen più antico della Corea, la mattina è dedicata alle passeggiate o ai trekking, da scegliere tra varie difficoltà e lunghezze. Pomeriggio libero con possibilità di percorrere un altro sentiero o visitare Sokcho con il porto, le attività di pesca e il mercato. Hotel Sokcho Ramada 4****. Colazione e cena.

6° GIORNO – 25 OTTOBRE 2019 – SEORAKSAN/PUNGGI/ANDONG
Partenza per Andong. Lungo il percorso ci sarà la possibilità di vedere un sottomarino nordcoreano naufragato nelle vicinanze della costa nel 1996. Visita della grotta Hwanseongul, la più grande della Corea con i suoi 6,5 km (1,6 aperti al pubblico). La grotta contiene stalattiti e stalagmiti con forme particolari, una decina di laghetti e cascate. Proseguendo verso sud, sosta per la visita del Sosu Seowon, la più antica accademia privata neo-confuciana esistente in Corea. Fu fondata da Ju Sebung (1495-1554) e il suo santuario è dedicato a An Hyang (1243-1306), lo studioso locale che introdusse il neo-confucianesimo in Corea dalla Cina nel XIII secolo. Infine, sosta a Punggi per visitare il mercato del ginseng, radice nota in tutto il mondo per le sue molteplici virtù. Arrivo ad Andong e sistemazione all’hotel Richell 3***. Colazione e cena.

7° GIORNO – 26 OTTOBRE 2019 – ANDONG/GAYASAN/GORYEONG/GYEONGJU
Nei pressi di Andong si trova Hahoe, villaggio tradizionale che ha conservato i caratteri storici del periodo Joseon. Racchiuso in un’ansa del fiume Naktong, il villaggio fa parte dei siti Patrimonio Mondiali dell’UNESCO. Si tratta di uno degli ultimi esempi di classico villaggio confuciano con circa 480 case tradizionali coreane. Visita di una tradizionale azienda che produce carta. Partenza per il parco nazionale Gayasan. Alle pendici del monte Kayasan si trova uno dei luoghi più sacri del buddhismo coreano: il tempio Haeinsa, con circa 70 tesori nazionali fra cui il Tripitaka Koreana, un gruppo di blocchi di legno per stampare le scritture buddiste prodotto nel XIII sec. e designato dall’UNESCO come Patrimonio dell’Umanità. Proseguimento del viaggio verso sud e sosta a Goryeon. Visita del museo Goryeong Tumuli, situato presso un gruppo di antiche tombe della cultura Daegaya. Poi visita dell’adiacente museo archeologico Daegaya che espone una vasta collezione di reperti della zona di Goryeong. Continuazione per Gyeongju. Arrivo e sistemazione all’hotel Commodore 4****. Colazione e cena.

8° GIORNO – 27 OTTOBRE 2019 – GYEONGJU
Giornata interamente dedicata alla visita di Gyeongju, considerata un museo a cielo aperto. Gyeongju sorge tra numerose montagne basse, propaggini della catena dei Taebaek verso la costa del Mar del Giappone e fu la capitale dell’antico regno della dinastia Silla. Nella città sono presenti numerosi siti archeologici, vestigia di questo periodo. Visita del tempio Bulguksa, uno dei più antichi del buddismo, risalente al 751. Soltanto le pietre sono rimaste integre, perché il tempio fu interamente bruciato dai giapponesi nel 1593 e utilizzato come base militare. Visita della grotta Seokguram, un eremo che fa parte del complesso del tempio Bulguksa. Nel 1995 entrambi sono entrati a far parte dei Patrimoni UNESCO. Il tempio sotterraneo si trova nella grotta a 750 m s.l.m. e contiene alcune delle principali sculture buddhiste del mondo. Visita del museo nazionale e breve passeggiata nel giardino Anapji. Visita dell’osservatorio astronomico Cheomseongdae e del parco dei Tumuli, dove si trovano 23 tombe dell’epoca Silla. Hotel Commodore 4****. Colazione.

 

9° GIORNO – 28 OTTOBRE 2019 – GYEONGJU/GAMPO/BUSAN
Partenza per Busan. Sosta a Gampo per la visita di due pagode dell’antico tempio di Gameunsa. La tomba del re si trova su una piccola isola a largo della spiaggia di Bonggil. Il re diede istruzioni specifiche: essere sepolto in mare dopo la cremazione del corpo, in questo modo sarebbe diventato un dragone che protegge il Regno Silla. Arrivo a Busan, la città portuale più grande e popolata dopo Seoul. Visita del cimitero delle Nazioni Unite dove sono sepolti circa 11mila soldati della guerra di Corea. Visita del caratteristico mercato del pesce Jagalchi, della piazza BIFF e della zona commerciale Gukjesijang. Sistemazione all’hotel Value 4****. Colazione e cena.

10° GIORNO – 29 OTTOBRE 2019 – BUSAN/GEOJE/GWANGYANG
Partenza per l’isola di Keoje, o Geoje-do, con i più grandi cantieri navali del mondo. Per raggiungerla occorre percorrere il tunnel immerso nel Mare Meridionale che si trova 48 m sotto il livello del mare. Visita dell’isola di Geoje con il POW, il campo di prigionia che durante la guerra delle due Coree ospitava 150.000 prigionieri nord coreani e 20.000 cinesi. Proseguimento per Gwangyang. Soste presso i villaggi di Dongpirang e Gacheon, conosciuto per le grandi risaie e visita al mercato di Jungang. Arrivo a Gwangyang e sistemazione all’hotel Rakey 4****. Colazione e cena.

11° GIORNO – 30 OTTOBRE 2019 – GWANGYANG/MONTE SONGNI
Partenza per il monte Songni e soste durante il tragitto. Fra le risaie si trova il villaggio fortificato di Nagan, costruito per proteggere gli abitanti dalle truppe giapponesi. Visita del tempio Hwaomsa dedicato al Buddha Virocana, dove è possibile ammirare le pitture nella sala del giudizio, eremitaggi e santuari con migliaia di Buddha, divinità delle montagne, lanterne di pietra e pagode. Breve sosta a Namwon e proseguimento per il monte di Songni che ospita il tempio buddhista Beopjusa con la pagoda Palsangjon, la statua di Maitreya Buddha (alta 33 m), la gigantesca pentola utilizzata dai monaci nel XII sec, la lanterna scolpita e sorretta da due leoni, la cisterna di pietra a forma di fiore di loto sbocciato, i due pilastri in pietra e l’immagine in rilievo chiamata Maaebul. Sistemazione all’hotel Lakehills 3***. Colazione e cena.

12° GIORNO – 31 OTTOBRE 2019 – MONTE SONGNI/BUYEO/GONGJU/JEONGJU
Partenza per Buyeo, l’ultima capitale del regno Baekje e uno dei Tre Regni che occuparono la penisola coreana e la Manciuria tra il I sec. a.C. e il VII sec. d.C. Visite del museo nazionale, del Gungnamji (giardino della famiglia reale), del tempio Jeongrimsa con la statua del Buddha alta 6 m e dei resti della fortezza. Sosta a Gongju, prima capitale del regno Baekje.Visita delle tombe Songsanri, appartenenti alla famiglia reale di re Muryeong. Proseguimento per Jeonju, capoluogo della provincia del Jeolla settentrionale. Situata nella fertile pianura di Honam, la città è un centro importante per l’eredità culturale popolare, in particolare per gli strumenti musicali e per la cucina casalinga tradizionale coreana. Visita di Hankok, un tradizionale villaggio storico molto ben conservato, famoso per la creazione di tessuti, per gli abiti tradizionali realizzati in carta e per i ventagli di bambù artigianali. Infine, visite della chiesa cattolica di Jeondong e della porta di Pungnammun. Hotel Ramada 4****. Colazione e pranzo.

13° GIORNO – 1 NOVEMBRE 2019 – JEONGJU/SUWON/SEOUL
Partenza per Suwon e visita della Hwaseong HaengGung, la fortezza costruita su ordine di re Jeongjo, per onorare e ospitare i resti del padre. Con la sua architettura che combina elementi orientali e occidentali, si distingue da tutte le altre costruzioni coreane. Il viaggio continua con una passeggiata per ammirare le porte di ingresso Changryongmun e la Janganmun. Proseguimento per Seoul. Sistemazione all’hotel Courtyard Marriot Namdaemun 4****. Colazione e pranzo.

14° GIORNO – 2 NOVEMBRE 2019 – SEOUL
Visita di Seoul. Il tour inizia dall’area Gwanghwamun, dove si trovano il Palazzo Reale Gyeongbok e il museo nazionale. Passeggiata attraverso la caratteristica strada Insadong e visita del mercato Gwangjang. Infine, proseguimento verso l’area del monte Namsan con le cinque torri che, in passato, venivano utilizzate come punti d’avvistamento. Qui sorgono un parco e la torre N Seoul, da cui si può godere della vista panoramica sulla città. Hotel Courtyard Marriot Namdaemun 4****. Colazione e pranzo.

15° GIORNO – 3 NOVEMBRE 2019 – SEOUL/ROMA
Colazione. Trasferimento in aeroporto e partenza per Roma con volo di linea Alitalia. Arrivo a Fiumicino nel tardo pomeriggio.

Risposte alle domande più frequenti

Occorre il passaporto valido almeno 6 mesi dalla data di partenza con almeno 2 pagine libere. Non occorre il visto d’ingresso in Corea Sud. E’sufficiente inviare una copia della pagina del passaporto con i dati anagrafici.
Non ci sono vaccinazioni obbligatorie per il viaggio. Per tutte le vaccinazioni non obbligatorie, consultare il proprio medico.

I nostri viaggi sono adatti a tutte le età, ma particolarmente apprezzati dai viaggiatori più maturi dai 50 anni in su.

  • voli di linea a/r in classe turistica
  • tasse sul biglietto aereo (incluse € 70)
  • trasferimenti da e per gli aeroporti in Corea Sud
  • trasporti
  • hotels come da programma o similari
  • pasti come da programma
  • visite con guida
  • ingressi
  • accompagnatore dall’Italia con 12 paganti
  • assicurazione assistenza medica e annullamento viaggio
  • trasferimenti da e per aeroporto in Italia
  • eventuali tasse locali
  • spese personali
  • acqua e bevande
  • facchinaggio e mance
La polizza assicurativa che inviamo prima del viaggio comprende l’assistenza medica e l’annullamento del viaggio. Leggi le condizioni assicurative complete cliccando quì

Contatti

Siamo a disposizione per ogni informazione e/o chiarimento sui programmi di viaggio. Ci piace avere un rapporto diretto con le persone e da sempre la nostra politica è vendere i viaggi direttamente, senza intermediari.
Potete scriverci un messaggio o chiamare direttamente il nostro ufficio di Urbino. Se preferite potete anche scriverci una mail a info@apatam.it

Chi siamo

Siamo un Tour Operator con sede a Urbino, ci chiamiamo Apatam come il nome della tettoia al centro dei villaggi dell’Africa occidentale. Lo abbiamo scelto per ricordare lo spirito dei nostri viaggi, quello di conoscere il mondo e di far sì che attraverso il viaggio si possano condividere con gli altri le proprie esperienze ed emozioni.
La nostra storia inizia quarant’anni fa, dal 1980 organizziamo viaggi culturali alla scoperta del mondo.

Il gruppo facebook dei viaggiatori Apatam

Iscriviti al gruppo @viaggiatoriapatam e incontra nuovi compagni di viaggio!
Entra nel gruppo!