Cosa cerca chi parte con noi? La video intervista a Marcella, viaggiatrice Apatam

By in
68
Cosa cerca chi parte con noi? La video intervista a Marcella, viaggiatrice Apatam

In questo articolo vi avevamo già parlato di come scegliere un tour operator per i viaggi organizzati e del perché, secondo noi, valutare solo in base al prezzo non sempre ripaga le aspettative. Lo abbiamo ribadito rispondendo al commento di Bruno (potete leggerlo in fondo a questo articolo) che, confrontando i nostri prezzi con quelli di altri operatori, ha notato giustamente la differenza.

Per noi è scontato ma ci rendiamo conto che non lo è per le persone che non ci conoscono, quindi vale la pena spiegarlo ancora. Come filosofia proponiamo solo viaggi  “tutto compreso”, con strutture di buon confort, completi di hotels, pasti, trasporti visite ingressi voli assicurazioni e tutto quello che può rendere il viaggio facile al cliente finale. Per questo i nostri clienti ci scelgono, perché sanno che se partono con Apatam viaggiano tranquilli.

Quel qualcosa in più che ti viene offerto

Marcella è una storica viaggiatrice Apatam e ha voluto condividere con noi la sua esperienza. Occhi vispi e sorriso contagioso, così si presenta per la sua video intervista e alla domanda “cosa diresti a chi non viaggia?”  Risponde secca: “hai perso metà della tua vita a non viaggiare. Io più viaggio, più ne sento la nostalgia.”

Marcella ci conosce bene, con noi ha fatto diversi viaggi: “Il primo viaggio con Apatam è stato la Libia mediterranea, il secondo la Libia del deserto. Sono arrivata proprio ai confini sud della Libia, ho visto tanti posti meravigliosi, ma credo che quel deserto e quei resti archeologici della Libia mediterranea mi rimarranno nel cuore. Viaggio solo con Apatam, perché mi sento a mio agio e anche se trovassi un bel viaggio da fare andrei comunque da Paolo per chiedergli di organizzarlo, perché Apatam fa anche questo.

E continua il racconto…

Parto sempre tranquilla nei miei viaggi e se c’è qualcuno di Apatam sono ancora più contenta. Ad esempio, avere Giovanna o in altri casi Giuliana o Tiziano nel viaggio in Libano, voleva dire che in qualsiasi momento avessi avuto anche la cosa più sciocca, come non riuscire a chiamare l’Italia, avrei avuto comunque l’assistenza in loco. È qualcosa in più che ti viene offerto, hai sempre qualcuno su cui hai la sicurezza di poter contare.”

Marcella, come tanti viaggiatori, non si accontenta di visitare un solo posto. È guidata dalla curiosità e dalla voglia di condividere con gli altri ciò che ha scoperto là fuori nel mondo.

“Quest’anno uno dei miei sogni si è avverato ed è stato Petra, il prossimo sogno è Cuba. Ma il sogno che ho da un po’ è quello di portare a Petra mio nipote, che ha solo 12 anni.

E voi, qual è la meta che sognate di vedere e con chi vi piacerebbe condividere il viaggio? Raccontatecelo nei commenti alla fine dell’articolo!

Nel frattempo, potete guardare la video intervista di Marcella qui sotto. Buona visione!

Messaggia su Messenger Messaggia su WhatsApp
54321
(0 votes. Average 0 of 5)
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *