Iran - Antica Persia Inverno 2019

Verso il Vicino Oriente, alla scoperta dell’Iran

Antica Persia
Dal 27 dicembre 2019 al 7 gennaio 2020
da € 2.150

Un viaggio per chi ama la cultura e vuole conoscere meglio le abitudini e costumi locali, visitando musei, monumenti, meravigliosi giardini e vivaci bazar.

I nostri itinerari sono pensati per piccoli gruppi e prevedono un accompagnatore dall’Italia o una guida in loco che farà da cicerone.
Scarica l’itinerario in pdf

Itinerario di viaggio
Partenze di gruppo il 27 dicembre 2019

1° giorno 27 dicembre 2019 – MILANO MALPENSA/TEHRAN
Partenza da Milano-Malpensa per Tehran con volo di linea Iran Air IR 750 alle 11.20. Arrivo a Tehran alle 19.00 e dopo aver espletato le pratiche doganali e ritirato il bagaglio, incontro con la guida-accompagnatore locale parlante italiano. Trasferimento all’hotel Azadi Grand 5***** o similare (l’aeroporto internazionale si trova a circa 50 km dalla città). Cena libera e pernottamento in hotel.

2° giorno 28 dicembre 2019 – TEHRAN
Visita di Tehran, capitale dell’Iran dal 1795 e sede di quasi tutte le principali attività. La città si trova su un altopiano di circa 1.189 metri. La visita della città prevede il Museo Archeologico (Museo Nazionale), che ospita una splendida collezione di terrecotte e raffigurazioni in pietra trovate nei vari siti archeologici sparsi nel Paese. Visita al Museo del Vetro e della Ceramica che si trova all’interno del ex-residenza privata di un’importante famiglia persiana. All’interno si possono ammirare numerosi reperti provenienti da diverse località iraniane e risalenti al II millennio a.C. Il museo è particolarmente interessante anche dal punto di vista architettonico. L’edificio risale al periodo Qajar. Visita al Museo dei Tappeti che ospita più di 100 esemplari provenienti da tutto il Paese. Si ha quindi una visione completa della produzione di tappeti persiani a partire dal XVI secolo. Visita al Museo dei Gioielli (salvo imprevisti o chiusure imprevedibili del museo da parte delle autorità governative). Pensione completa.

3° giorno 29 dicembre 2019 – TEHRAN/SHIRAZ
Trasferimento in aeroporto e partenza in aereo per Shiraz, situata a circa 1.585 metri d’altitudine. Arrivo e sistemazione all’hotel Zandieh 5***** o similare. Visita di Shiraz, capoluogo della provincia di Fars e capitale dell’Iran durante il regno della dinastia dei Zand (1754/1794); in particolare ebbe il massimo splendore durante il governo di Karim Khan. In questo periodo furono eretti i più belli edifici della città, che è nota per essere la città natale di due grandi poeti persiani: Hafez e Saadì. Oggi Shiraz è un punto di riferimento importante per il pellegrinaggio degli sciiti alle tombe dei poeti Saadì e Hafez, entrambe situate in un tranquillo giardino. Visita alle tombe dei due poeti, alla Fortezza di Karim Khan ed il bazar Vakil. Pensione completa.

4° giorno 30 dicembre 2019 – NAGHSH E ROSTAM/NAGHSRAJAB/PERSEPOLI
Visita ai siti nei dintorni di Shiraz: Naqhsh-e-Rostam per vedere le tombe rupestri di quattro grandi re: Dario I, Serse, Artaserse, Dario II e Naghsrajab, dove si trovano quattro bei bassorilievi sasanidi che raffigurano scene relative ai regni di Ardeshir I e Shapur il Grande. Visita di Persepoli (circa 60 km da Shiraz), complesso fatto costruire da Dario il Grande nel 512 a.C. e successivamente ampliato dai sovrani Serse ed Artaserse. Il sito rappresenta lo splendore di uno dei più importanti imperi del mondo antico: quello degli Achemenidi. Tra i vari edifici si visiterà: il Palazzo di Dario dove si possono ammirare le porte imponenti con i vari bassorilievi. A fianco si trova il Palazzo di Serse. Visita al Palazzo delle Cento Colonne dove delegazioni straniere minori venivano accolte dal re. Visita all’Apadana, la magnifica scalinata ben conservata dove il re teneva le proprie udienze. Lungo la scalinata si possono ammirare magnifici bassorilievi. Rientro a Shiriaz. Pensione completa.

5° giorno 31 dicembre 2019 – SHIRAZ/PASARGADE/YADZ
Partenza per Yadz, situata a circa 1.216 metri d’altitudine. Sosta per la visita di Pasargade (136 km circa da Shiraz), capitale del regno di Ciro il Grande. Qui si trova la sua tomba a sei gradini in pietra. Dalla tomba si prosegue a piedi per vedere i resti dei palazzi che abbellivano la città: i tre Palazzi Achemenidi, la Prigione di Salomone ed infine la residenza privata di Ciro. Breve sosta ad Abarqu. Arrivo a Yadz situata a circa 340 km da Pasargade e sistemazione all’hotel Safaeih 4**** o similare. Yadz si trova in mezzo a due deserti: il Dasht-e-Kavir e il Dasht-e-Lut. Vanta comunque il primato di centro storico ancora abitato più antico del Paese. Qui si trova una grande percentuale di seguaci di Zoroastro. Dopo la conquista da parte degli Arabi nel 642, Yadz divenne un importante tappa delle vie carovaniere. Pensione completa.

6° giorno 1 gennaio 2020 – YADZ
Giornata dedicata alla visita della città: il tempio del fuoco, dove si dice che il fuoco bruci ininterrottamente dal 470 d.C.. Visita alla Moschea di Jame, affiancata da due minareti di 48 metri, al cui interno si possono ammirare bellissime piastrelle ricche di iscrizioni. Visita al complesso Amir Chakhmaq, uno degli edifici più inconfondibili di tutto il Paese con una splendida facciata a tre piani con il bazar. Si prosegue con la visita alla Prigione di Alessandro, alla Tomba dei 12 Imam e alle Torri del Silenzio situate appena fuori città. Pensione completa.

7° giorno 2 gennaio 2020 – YADZ/NAIN/ISFAHAN
Partenza per Isfahan. Dopo circa 170 km sosta a Nain, città conosciuta per i tappeti dal disegno classico, dalla tradizione tessile e dalla moschea del X secolo. Arrivo a Isfahan situata a circa 1.590 metri d’altitudine e a circa 154 km da Nain. Sistemazione all’hotel Kowsar 5***** o similare. Isfahan è considerata la città persiana più ricca di monumenti islamici. I principali monumenti si trovano attorno alla grande piazza centrale che è la Piazza dell’Imam, considerata una delle più grandi al mondo. Pensione completa.

8°/9°/10° giorno 3/4/5 gennaio 2020- ISFAHAN
Giornate dedicate alla visita di Isfahan. Visita alla Piazza dell’Imam e delle Moschee. Si visita la moschea del Venerdì che rappresenta tutti gli stili islamici dal XI al XVIII secolo, il Palazzo Chehel Sotun noto anche come il Palazzo dalle 40 Colonne. Fu fatto costruire dallo scià Abbas II come luogo di svago e salone dei ricevimenti. All’interno si possono ammirare vari affreschi, ceramiche e miniature.Molto interessante è il Quartiere Armeno di Jolfa, fondato dallo scià Abbass I, facendo arrivare i cristiani dalla città di Jolfa. Si visiterà la Cattedrale di Vank, eretta tra il 1655 e il 1664. L’interno della chiesa è molto interessante dal punto di vista artistico: vi sono molte decorazioni di stile diverso (islamicopersiano e cristiano-europeo). Visita all’annesso museo che contiene circa 700 manoscritti. Visita al Palazzo Hasht Behesht costruito nel 1669 nel cui interno si possono ammirare mosaici, stalattiti e soffiti intagliati in varie forme. Tempo libero per lo shopping al bazaar, situato nella Piazza dell’Imam. All’interno del bazaar (coperto), si possono trovare tutti i prodotti presenti in Iran: spezie, gioielli, ceramiche, tappeti, artigianato locale. Si visiterà il Tempio del Fuoco costruito in epoca sassanide su una piccola collina appena fuori Isfahan. Poco distante si potranno visitare i minareti oscillanti e la Moschea Hakim. Pensione completa.

11° giorno – 6 gennaio 2020 – ISFAHAN/KASHAN/TEHRAN (zona aeroporto)
Partenza per Kashan, affascinante oasi in mezzo al deserto, situata a circa 215 km da Isfahan. Il nome di questa città, ricca di minareti e giardini, come quello di Fin che rispecchia la classica visione persiana del paradiso, è legato alla figura dello scià Abbas I, che dopo averla nominata una delle sue città preferite, l’abbellì e l’arricchì con numerose costruzioni. Visita di alcune case tradizionali: Khan Borujerdi, costruita nel XIX secolo come residenza privata e ai giardini FIN. Lungo il percorso sosta e visita del villaggio di Abyaneh e sosta a Natanz per la visita alla moschea del venerdi. Arrivo nei pressi dell’aeroporto internazionale di Tehran (circa 200 km da Kashan)e sistemazione all’hotel Novotel 4**** o similare. Pensione completa.

12° giorno – 7 gennaio 2020 – TEHRAN/MILANO MALPENSA
Prima colazione. Trasferimento in aeroporto e partenza per Milano Malpensa con volo di linea Iran Air IR 751 alle 13.10. Arrivo a Malpensa alle 16.10.

Risposte alle domande più frequenti

Occorre il passaporto valido almeno 6 mesi dalla data di partenza con almeno 2 pagine libere e senza visti o timbri di Israele. Il nostro ufficio si occuperà del visto d’ingresso in Iran. Occorre inviare copia a COLORI del passaporto (la pagina con i dati anagrafici e la foto) + 1 foto tessera.

Non ci sono vaccinazioni obbligatorie per il viaggio. Per tutte le vaccinazioni non obbligatorie, consultare il proprio medico.

I nostri viaggi sono adatti a tutte le età, ma particolarmente apprezzati dai viaggiatori più maturi dai 50 anni in su.

  • volo di linea a/r in classe economica da Malpensa
  • tasse sul biglietto aereo (incluse € 60)
  • trasferimenti da e per gli aeroporti in Iran
  • volo interno come da programma
  • trasporti in pullman con aria condizionata
  • hotels come da programma o similari
  • pasti come da programma
  • visite con guida-accompagnatore locale in italiano
  • ingressi
  • visto Iran
  • assicurazione medico-annullamento viaggio
  • trasferimenti da e per aeroporto in Italia
  • eventuali tasse locali
  • spese personali
  • acqua e bevande
  • facchinaggio e mance

La polizza assicurativa che inviamo prima del viaggio comprende l’assistenza medica e l’annullamento del viaggio. Leggi le condizioni assicurative complete cliccando quì

Contatti

Siamo a disposizione per ogni informazione e/o chiarimento sui programmi di viaggio. Ci piace avere un rapporto diretto con le persone e da sempre la nostra politica è vendere i viaggi direttamente, senza intermediari.
Potete scriverci un messaggio o chiamare direttamente il nostro ufficio di Urbino. Se preferite potete anche scriverci una mail a info@apatam.it

Chi siamo

Siamo un Tour Operator con sede a Urbino, ci chiamiamo Apatam come il nome della tettoia al centro dei villaggi dell’Africa occidentale. Lo abbiamo scelto per ricordare lo spirito dei nostri viaggi, quello di conoscere il mondo e di far sì che attraverso il viaggio si possano condividere con gli altri le proprie esperienze ed emozioni.
La nostra storia inizia quarant’anni fa, dal 1980 organizziamo viaggi culturali alla scoperta del mondo.

Il gruppo facebook dei viaggiatori Apatam

Iscriviti al gruppo @viaggiatoriapatam e incontra nuovi compagni di viaggio!

Entra nel gruppo!