Serbia - pacchetto singolo 2020

Alla scoperta della Serbia

8 giorni - 7 pernottamenti

Abbiamo pensato a tour personalizzati per coloro che desiderano viaggiare in sicurezza con i propri amici e parenti.

Funziona così: tu scegli con chi partire e quando, noi organizziamo il resto.
Gli itinerari che proponiamo sono spunti che potranno essere modificati secondo le vostre esigenze, nei limiti delle nostre possibilità operative.
Per prenotare il viaggio e per conoscere i dettagli, è sufficiente scriverci a info@apatam.it

Itinerario di viaggio
8 giorni - 7 pernottamenti

1° GIORNO – ITALIA/BELGRADO
Partenza dall’Italia per Belgrado con volo di linea. Arrivo a Belgrado. Incontro con la guida che resterà a disposizione durante tutta la permanenza in Serbia. Visita di Belgrado, con il centro storico, la fortezza di Kalemegdan. L’antica capitale della Jugoslavia, ed oggi della giovane Repubblica Serba, è da sempre il centro commerciale e culturale dell’intera regione. Vivace, moderna, attiva, in perenne espansione e sviluppo, conta ormai con la periferia oltre 2 milioni di abitanti. Adagiata sul breve altipiano alla confluenza del  Danubio con la  Sava, si presenta con grandi viali rettilinei ombreggiati da platani e tigli, su cui si affacciano antichi palazzi di diversi stili, ampi parchi e zone verdi. Sistemazione in hotel. Pernottamento e prima colazione.

2° GIORNO – BELGRADO/NOVI SAD/FRUSKA GORA/BELGRADO (190 km)
Visita di Novi Sad. E’ situata lungo il Danubio ai piedi della Cittadella di Petrovaradin (XVIII secolo), una massiccia costruzione che sorge sul sito di un antico villaggio romano e poi di un convento di cistercensi, divenuto l’attuale fortezza nei secoli Seicento e Settecento. Assai più multietnica della capitale, è una città grande ma accogliente, dai larghi viali e dalle belle piazza, importante centro universitario, dall’atmosfera giovane e vivace, grazie anche alla presenza degli studenti. Visita della città e della fortezza di Petrovaradin. Si prosegue visitando i famosi Monasteri della Fruska Gora, regione di grande interesse paesaggistico e d’arte che copre gli unici rilievi della sconfinata Pannonia, in una zona verdissima dichiarata Parco Nazionale. Qui si trova la più alta concentrazione di monasteri della Serbia edificati tra il XV e il XVIII secolo. Si vedranno il Monastero femminile di Krušedol, il più importante di tutti, che custodisce le spoglie di molti personaggi famosi nella storia della Serbia, e il Monastero di Novo Hopovo. Visita inoltre della cittadina di Sremski Karlovci, con il Patriarcato, il Gimnasium, la Chiesa Ortodossa, la Chiesa Cattolica. Ritorno a Belgrado. Pernottamento e prima colazione.

3° GIORNO – BELGRADO/VIMINACIUM/LEPENKI VIR/KLADOVO (270 km)
Partenza per la visita di Viminacium. Fondata nel I secolo sulle rive della Mlava, un affluente del Danubio, Viminacium fu la più importante città romana della parte settentrionale della provincia della Mesia. Durante la campagna di Dacia (101-106) l’imperatore Traiano fece radunate qui le legioni e costituì in città il proprio quartier generale. Secondo gli usi del tempo la città ospitava, ricche domus, templi, teatri, bagni pubblici, l’anfiteatro ed i palazzi pubblici. Nella zona sono state scoperti 40.000 oggetti, oltre 700 gioielli in oro ed argento ed una necropoli con oltre 14.000 tombe. Alcune di queste presentano ancora oggi bellissimi affreschi del IV secolo. Si prosegue con la visita del sito di Lepenski Vir situato presso la Gola di Djerdap, sosta fotografica alla fortezza di Golubac. Lepenski Vir rappresenta il centro di una delle più importanti culture preistoriche. Nella località di Lepenski Vir sono stati rinvenuti ruderi di architettura sacra del periodo che va da 6500 a 5500 anni a.C. Proseguimento verso Kladovo. Sistemazione in hotel. Pernottamento e prima colazione.

 4° GIORNO – KLADOVO/FELIX ROMULIANA/RAVANICA/MANASTIJA/KRALJEVO (370 km)
Partenza per la visita del sito archeologico di Felix Romuliana, protetto dall’Unesco. All’inizio del III secolo Romuliana era un piccola comunità agricola lontana da tutte le principali vie di comunicazione. Fu solo verso la fine del III secolo – inizio del IV, con l’ascesa al trono di Galerio che la cittadina si arricchì con palazzi imperiali, terme e templi. Le cronache dell’epoca descrivono Galerio sofferente di reumatismi, è dunque probabile che l’imperatore scelse questa località per le diverse fonti di acqua minerale che fuoriesce dal terreno ad una temperatura compresa tra il 38 ed i 43 C°. Nel 1969 fu scoperto un mosaico che raffigura Dionisio e nel 1972 i resti della statua di Galerio realizzata probabilmente nel 303 in occasione del decimo anniversario della nomina dell’Imperatore. Partenza per visitare il Monastero di Ravanica. Visita al Monastero di Manasja è splendidamente arroccato entro un’antica e possente cinta muraria, capolavoro dello stile della Morava, impreziosito da splendidi affreschi di estrema vivacità espressionistica e cromatica da annoverarsi tra i tesori dell’arte serba, dovuti ad artisti forse greci addottrinati sul monte Athos. Arrivo a Kraljevo e sistemazione in hotel. Pernottamento e prima colazione.

5° GIORNO – KRALJEVO/ŽIČA/STUDENICA/SOPOCANI/NOVI PAZAR (155 km)
Partenza per la visita del Monastero di Žiča che ha un tipico colore rosso scuro con filigrane in pietra che ricordano le decorazioni tipiche della migliore arte araba; è considerato uno dei più bei monasteri serbi, costruito tra il 1206 e il 1217; il suo stile architettonico appartiene alla scuola di Raska e rappresenta un tipico esempio di architettura serba del XIII secolo; fu proclamato sede della chiesa serba da San Sava. Proseguimento verso il monastero di Studenica, patrimonio UNESCO dal 1986. E’ il più meridionale, il più antico, il più grande e il più ricco dei monasteri ortodossi della Serbia, grande centro artistico e spirituale situato nella pittoresca valle dell’Ibar tra alte montagne e rigogliose foreste, su cui ha vegliato per secoli la maestosa fortezza di Maglić; vero capolavoro e prototipo dell’architettura serbo-ortodossa la Chiesa della Vergine, unico esempio dell’architettura serba, in marmo bianco mirabilmente patinato dal tempo; magnifico il portale, inquadrato da raffinate sculture ornamentali e sovrastato da bassorilievi; prezioso il tesoro, tra cui una bara in ebano incrostata e avvolta da una teca d’argento che custodisce le spoglie del re Stefano I; raro gioiello bizantino la piccola chiesa di fianco alla chiesa madre; stupendi e preziosi gli affreschi del ‘200, tra i più celebri dell’arte serba per l’incisività del disegno, la composizione e lo splendore dei colori; Sulla via del rientro visita del Monastero Sopocani patrimonio UNESCO dal 1979. Fu costruito nella seconda metà del XIII secolo, nella regione di Ras dal Re Stefan Uros I di Serbia. Divenne mausoleo della famiglia reale. Gli affreschi all’interno della Chiesa a tre navate che ricorda la forma architettonica occidentale sono tra le più eccezionali realizzazioni pittoriche dell’arte europea del XIII secolo. Arrivo a Novi Pazar e sistemazione in hotel. Pernottamento e prima colazione.

6° GIORNO – NOVI PAZAR/SIROGOJNO/STOPICA CAVE/MECAVNIK (200 km)
Partenza per Sirigojno, per la visita del Museo del vecchio villaggio, un museo etnografico molto curato e capace di raccontare non solo un’epoca ma la civiltà contadina che fino a pochi decenni fa innervava queste dorsali alpine. Proseguimento verso le bellissime grotte di Stopica. Incastonate nella roccia calcarea, non sono profondissime ma presentano uno spettacolare arco naturale di ingresso e stupefacenti vasche di travertino con cascate interne. Arrivo al celebre villaggio in legno di Kustendorf, del regista Emir Kusturica. Anche chiamato Mecavnik, dal nome della collina su cui sorge, è nato da un set cinematografico del film La Vita è un miracolo, prima di essere convertito a resort di charme tra le alpi. Felicemente riuscito, questa sorta di etno-hotel-set cinematografico non nasconde la sua vocazione turistica (o sciistica nei mesi invernali) ma mantiene la sua prima ispirazione: al suo interno i piccoli chalet in legno sorgono su vie intitolate ognuna a un regista diverso, e nella parte più alta, con vista sugli splendidi alpeggi del Parco nazionale di Tara, sorge la casa dello stesso Kusturica, genio controverso ma regista giustamente celebrato in tutto il mondo. Sistemazione in hotel. Pernottamento e prima colazione.

7° GIORNO – MECAVNIK/SHARGAN EIGHT/BELGRADO (250 km)
Escursione mattutina sul treno Sargan Eight per un’originale immersione nel parco nazionale di Tara. Questo treno storico originariamente univa Sarajevo a Belgrado ed era trait d’union tra comunità montane altrimenti completamente isolate. Dismesso nel 1974, oggi oltre al fascino retrò questo treno è destinato allo svago più che al trasporto. Detiene il singolare primato di una esperienza di alta montagna su vagoni che, arredati con certo gusto vintage, sfrecciano tra abeti e placche di roccia. Si potranno ammirare sorgenti naturali e stazioni da cartolina (si effettuano numerose soste fotografiche). Il nome si deve al circuito simile ad otto, realizzato per permettere di superare i pendii più ripidi. Continuazione per Belgrado. Arrivo e sistemazione in hotel. Pernottamento e prima colazione.

8° GIORNO – BELGRADO/ITALIA
Prima colazione in hotel. Trasferimento in aeroporto e partenza per l’Italia con volo di linea. Arrivo in Italia in giornata.

Risposte alle domande più frequenti

Per il viaggio occorre avere il passaporto oppure la carta d’identità valida per l’espatrio (la carta d’identità con il timbro di rinnovo non è valida come documento). Non c’è visto d’ingresso.

Non ci sono vaccinazioni obbligatorie per effettuare il viaggio. Per tutte le vaccinazioni non obbligatorie, consultare il proprio medico.

I nostri viaggi sono adatti a tutte le età, ma particolarmente apprezzati dai viaggiatori più maturi dai 50 anni in su.

  • trasferimenti aeroporto-hotel-aeroporto a Belgrado
  • trasporti in auto
  • hotels 4**** (come da dettagli in pdf)
  • trattamento di pernottamento e prima colazione
  • visite con guida-autista locale parlante italiano
  • ingressi
  • assicurazione Allianz assistenza medica-bagaglio-annullamento viaggio
  • volo di linea internazionale
  • tasse aeroportuali
  • facchinaggio e mance
  • spese personali
  • acqua e bevande
  • pasti
  • eventuali tasse locali
La polizza assicurativa che inviamo prima del viaggio comprende l’assistenza medica e l’annullamento del viaggio. Leggi le condizioni assicurative complete cliccando quì

Contatti

Siamo a disposizione per ogni informazione e/o chiarimento sui programmi di viaggio. Ci piace avere un rapporto diretto con le persone e da sempre la nostra politica è vendere i viaggi direttamente, senza intermediari.

Potete scriverci un messaggio o chiamare direttamente il nostro ufficio di Urbino.
Se preferite potete anche scriverci una mail a info@apatam.it

Chi siamo

Siamo un Tour Operator con sede a Urbino, ci chiamiamo Apatam come il nome della tettoia al centro dei villaggi dell’Africa occidentale. Lo abbiamo scelto per ricordare lo spirito dei nostri viaggi, quello di conoscere il mondo e di far sì che attraverso il viaggio si possano condividere con gli altri le proprie esperienze ed emozioni.
La nostra storia inizia quarant’anni fa, dal 1980 organizziamo viaggi culturali per Dal 1980, viaggi alla scoperta del mondo.

Il gruppo facebook dei viaggiatori Apatam

Iscriviti al gruppo @viaggiatoriapatam e incontra nuovi compagni di viaggio!

Entra nel gruppo!

Viaggi di gruppo organizzati Bulgaria Agenzia Viaggi Apatam